Informazioni Storiche

castello

Tra la fine del X e gli inizi dell'XI secolo i gastaldi di Aquino, per cautelarsi dalle invadenze della vicina abbazia di Montecassino, costruirono un poderoso maniero cui fu dato il nome di Castrum Coeli. Ben presto, però, la penuria idrica e l'asprezza del luogo indusse la popolazione a scendere verso la pianura. Alcuni si recarono verso l'interno e dettero vita a Cantalupo; altri scesero lungo l'altro versante del monte e fondarono Palazzolo, l'odierna Castrocielo. Qualche tempo dopo alcuni abitanti di Cantalupo decisero di spostarsi un po' più a nord, su di una collina ove costruirono un castello che fortificarono con mura e torri. Il nuovo insediamento prese il nome di Colle e, in seguito, di Colle San Magno dal nome del santo vescovo di Trani. Intanto nel corso del XIV secolo, poco distante dal vecchio castello sulla cima dell' Asprano, venne edificata la chiesetta di S. Maria Assunta in Cielo che divenne la parrocchiale di Colle San Magno e di Palazzolo. Il parroco risiedeva per sei mesi in un paese e per i restanti sei nell'altro. E ciò andò avanti fino alla metà del XIX secolo. Questa insolita situazione ha dato vita ad una suggestiva cerimonia che si tiene il giorno di Pasquetta. Due distinte processioni, da Castrocielo e da Colle San Magno, seguendo un diverso itinerario, si inerpicano sulla montagna fino a raggiungere la chiesetta di S. Maria Assunta. Le statue della Madonna si incontrano alla confluenza degli opposti sentieri e qui si scambiano un simbolico bacio a testimonianza della ritrovata concordia tra i due paesi dopo anni di accanite dispute.

DSC 1860

Dopo il 1860 Colle San Magno entrò a far parte dell'Italia unita anche se il suo territorio fu teatro di numerosi episodi di brigantaggio nei quali si distinse il capobanda Bernardo Colamattei. Il borgo che conserva la tipologia di un insediamento medievale è tutto raccolto intorno alla parrocchiale di San Magno che conserva i resti dell'Uomo Buono, l'umile eremita che predisse la nascita del grande Tommaso d'Aquino.

Il 31 Luglio 2002 al Comune di Colle San Mango è stata conferita la Medaglia di bronzo al valor civile. Ciccando sul link è possibile visualizzare il Decreto di conferimento.

TOP